Il bello di fare trekking in coppia

Fare trekking è già bello da soli, ma con il proprio compagno o la propria compagna acquista un valore in più. Sono tanti i benefici sia per la vita di coppia in sé sia per la salute psicologica e fisica di entrambi gli individui. Per cui, ecco i motivi per cui dovreste proprio approcciarvi – come coppia – al meraviglioso mondo del trekking.

Rafforzare l’unione

Dedicarsi al trekking in coppia e quindi a tutte le fatiche che comporta, agli imprevisti più o meno grandi rischia di affrontare la crisi del settimo anno anche se è solo al primo. Insomma il trekking aiuta ad individuare subito le coppie che non sono destinate a stare insieme a lungo – facendo un favore a loro e a chi gli sta intorno – mentre le coppie che funzionano ne usciranno più rafforzate.

Ecco quindi tutte le conseguenze positive del trekking in coppia.

Capire se è quello giusto

Il trekking aiuta la scrematura. E del resto se è già difficile trovare un quieto vivere in casa, la convivenza potrebbe essere ancora più complicata durante il trekking visto che si è a contatto con l’altra persona tutto il giorno, non si hanno le comodità quotidiane e si devono affrontare gli imprevisti anche quando si è stanchi.

Insomma, emergono lati del carattere che magari in contesti meno estremi meglio si nascondono (anche se vengono sempre fuori, non c’è scampo). Se ciò che è emerge è positivo, bene. Altrimenti… tanti saluti!

Essere complici

Se il trekking risulta un gioco divertente, senza frontiere e dove le varie difficoltà vengono superate insieme, questo si tramuta in tanta complicità che comporta interesse, ispirazione, divertimento, gioia, gratitudine e tanto amore.

Tutte emozioni positive che uniscono i due pastori erranti come i poli opposti dei magneti si attraggono: persone disposte ad andare ovunque, a patto che lo facciano insieme.

Viva l’intimità!

Ci sono casi in cui “non c’è tempo”, che può essere una scusa ma anche una realtà dettata dalla frenesia giornaliera piena di impegni di ogni tipo che riduce drasticamente i momenti che si possono passare insieme.

Il trekking ha un ritmo diverso, che rallenta sia i pensieri sia lo scorrere del tempo. Si riescono a raggiungere luoghi incontaminati, bellissimi panorami lontani dalla massa, dal caos urbano e che consentono all’uno di concentrarsi sull’altro, guardandosi e toccandosi a lungo.

Vantaggi nel quotidiano

Abbiamo parlato di sentimenti positivi portati dal trekking alla vita di coppia, ma ci sono anche dei notevoli vantaggi pratici da non sottovalutare minimamente. Nel trekking si condivide qualsiasi cosa, e quindi si dividono i costi dell’alloggio, il peso dell’equipaggiamento per il camping e via dicendo.

E poi in un momento di indecisione due teste sono meglio di una, e se la decisione fosse sbagliata se siete donne potete sempre dare la colpa al vostro lui (o alla vostra lei, e in questo caso sarebbe ancora più divertente) creando quelle romantiche discussioni cui seguono altrettanto romantiche riappacificazioni. E poi per le foto personali (quelle da soli) non c’è nemmeno bisogno dei selfie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *