L’insonnia: cause, sintomi, rimedi naturali e consigli

L’insonnia è un disturbo molto diffuso e da prendere in considerazione molto seriamente. Si può definire come la difficoltà o incapacità ad addormentarsi nonostante un bisogno fisiologico e la stanchezza, ma si definisce insonnia anche la particolare situazione in cui il sonno viene considerato dall’individuo non particolarmente soddisfacente. Per questo motivo è difficile quantificare in maniera corretta il numero di persone che soffrono di insonnia, anche se in un recente studio è emersa una stima di circa 22 milioni di italiani che ne hanno sofferto nell’arco dell’anno, dei quali 4,5 milioni in maniera cronica.

Cause dell’insonnia

L’insonnia può essere causata da diversi fattori. L’individuazione della causa, così come per altri disturbi, è però fondamentale al fine di comprendere il problema ed individuare le migliori soluzioni per risolverlo. Solitamente si distinguono le cause dell’insonnia in tre macro-categorie, ovvero: le insonnie situazionali, dovute ad eventi o situazioni interni o esterni all’individuo e al suo contesto (origine ambientale, assunzione di sostanze, alterazione del ritmo circadiano ecc); le insonnie non situazionali primarie (non corretta igiene del sonno, alterazione del ritmo circadiano dovuta però non ad un viaggio o turni di lavoro ma ad uno sfasamento primario del ritmo biologico, paura di passare un’altra notte insonne); insonnie non situazionali secondarie (associate a malattie psichiatriche, malattie neurologiche o malattie internistiche).

Depressione, ansia, fibromialgia, l’età (l’insonnia è più frequente dopo i 60 anni), lo stress, l’assenza di abitudini regolari nelle ore diurne, la scelta di materassi non adatti, sono in definitiva tra le cause principali dell’insonnia.

Sintomi dell’insonnia

I sintomi dell’insonnia sono facilmente riconoscibili. A partire dalla difficoltà di addormentarsi e/o mantenere il sonno per tutta la notte, l’impiego di molto tempo per prendere sonno, dormire solo per piccoli intervalli di tempo o restare sveglio tutta la notte, alzarsi al mattino con la sensazione di aver passato in bianco l’intera notte o svegliarsi troppo presto. Di conseguenza la sensazione di stanchezza può protrarsi per tutta la giornata con difficoltà nella concentrazione e la comparsa di ansia, depressione o irritabilità.

Insonnia, rimedi naturali e consigli: dall’attività fisica alla scelta dei materassi giusti

Se l’insonnia è cronica, il consiglio così come per altri disturbi è quello di rivolgersi ad un medico per avere una diagnosi precisa sulla base della quale individuare il giusto rimedio. Ma si possono attuare anche una serie di buone pratiche per migliorare la propria situazione e l’igiene del sonno. Innanzitutto è importante abituarsi a stabilire una routine da ripetere sera dopo sera rilassandosi già da un’ora prima di coricarsi, magari leggendo un libro o facendo un bagno caldo. Andare a dormire e alzarsi sempre alla stessa ora, inoltre, consente di abituare il proprio corpo ad un ritmo naturale che alla lunga porterà notevoli benefici. Una volta nel letto bisogna evitare di fissare continuamente l’orologio, tra le primarie fonti di ansia. Evitare inoltre caffeina e pasti abbondanti in serata, così come riposini durante il giorno che superino i 10-15 minuti e soprattutto nel tardo pomeriggio. È molto importante praticare attività fisica nelle ore del giorno: qui vi consigliamo come riprendere l’attività sportiva. E non dimenticate: evitate l’uso di strumenti elettronici prima di andare a dormire.

Di fondamentale importanza è poi la scelta dei materassi su cui dormire. Vi consigliamo di consultare il sito di materassi&materassi, esperto nella vendita di materassi e con un’eccezionale offerta di materassi online. Esso offre un’ampia scelta di materassi memory ma anche ortopedici, alla base di una buona igiene del sonno e della cura dell’insonnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *